Pubblicato da: lateladipenelope | 1 marzo 2010

Dedicato ad un fiore:la calla

Un giorno di marzo  scrissi un post sul mio vecchio blog anni fà che parlava di un fiore: la calla, un fiore che non ho mai pensato fosse un fiore che mi potesse rappresentare, eppure lo incrocio e l’ho incrociato spesso nella mia vita. Il post diceva questo: luce su di me ed un fiore

Vorrei dedicare questo post a questo fiore, parlare un pò di lui e così facendo parlare un pò di me….intanto ecco la foto dell’ultima calla che mi è appartenuta, un regalo, forse poco sincero ma inaspettatamente, forse ,azzeccato:

Fino ai primi del 1900, si riteneva che la calla e l’aro acquatico appartenessero allo stesso genere. Il botanico tedesco Karl Sprengel fu il primo ad affermare che la calla e l’aro acquatico non erano poi così tanto simili; infatti, numerose erano le differenze botaniche che caratterizzavano i due fiori. Il nome calla deriva dal greco kallos, che significa bello. La calla cresce spontaneamente in Africa, nei pressi del fiume Transval e tra l’equatore ed il Capo di Buona Speranza. Durante il periodo delle piogge fioriscono, nei periodi di siccità, invece, cadono “in letargo”.
Nel linguaggio dei fiori la calla e l’aro acquatico sono l’emblema della bellezza, semplice e raffinata.

O forse questo è solo uno dei tanti “florilegi di primavera”?


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: